Una buona attività di web marketing non può prescindere da una altrettanto buona attività SEO on site per il posizionamento organico, quest'ultima dipende strettamente dall’imputare in maniera SEO friendly tre tag HTML fondamentali per i motori di ricerca, per Google in particolare: title, description e H1.

I primi due si trovano, a prescindere dalla piattaforma, fra i tag <head> … </head> mentre il terzo è nel <body> tipicamente prima dell’inizio del contenuto.


In questo articolo parleremo del tag title
che, una volta imputato, è quello che corrisponde, nella finestra del browser, a quella scritta in alto a sinistra (Fig. 1)

Il title è uno dei primi tag che lo spider incontra nella scansione del codice di un qualsiasi sito web, ecco perché la sua ottimizzazione lato SEO è fondamentale, senza dimenticare anche il fatto che ciò che è contenuto nella frase che fa da title fa poi da riferimento per tutta l’attività di link building …

A ulteriore conferma di quanto sopra affermato si fa notare come il principale motore di ricerca attualmente online, Google, costruisce le proprie SERP inserendo il link al sito presente nei risultati organici sul title stesso (Fig. 2)

Fig. 2 - Una serp di Google e i link sul tag title della pagina nei risultati organici

La figura illustra come per la query cms specialist siano presenti, fra i risultati, due precise pagine di questo stesso sito che hanno nel title le parole cercate.

Per quanto riguarda la lunghezza della stringa da racchiudere fra l’apertura e la chiusura del tag title in linea di massima è bene che non ecceda i 70 caratteri spazi inclusi e che il contenuto sia esplicativo di quanto poi presente nella pagina.

Le parole per le quali si vuole far posizionare la pagina devono essere il più vicino possibile alla apertura del tag title.

Un altro utile consiglio è quello di evitare di usare call to action nel title, sono più utili nella compilazione del meta tag description che vedremo prossimamente.